RUP/DEC

INCONTRO DEL TAVOLO TECNICO PER LA DEFINIZIONE DEL NUOVO REGOLAMENTO DI CALCOLO E REDISTRIBUZIONE DELL’INCENTIVO

Oggi si è svolto l’ottavo incontro del tavolo tecnico per la definizione del nuovo regolamento di calcolo e ridistribuzione dell’incentivo, ai sensi dell’art. 113 del Codice dei contratti.

Le rappresentanze sindacali qualche giorno prima, hanno trasmesso una proposta unitaria di ambito oggettivo.

Nel documento presentato, tra l’altro, è stato pure preannunciato che ci sarebbe stata una ulteriore proposta, da valutare a cura delle Segreterie nazionali, di avanzare la richiesta di attribuzione di apposita indennità a tutti i colleghi che ricoprono incarichi ufficiali previsti dal Codice dei contratti, a prescindere dal riconoscimento dell’incentivo che eventualmente si andrebbe ad aggiungere all’indennità.

Il Capo della delegazione aziendale ha aperto i lavori riportando le prime valutazioni della Banca circa tale proposta: il Vice Capo Dipartimento ha riferito che la proposta non appare idonea a percorrere le direttrici di semplificazione e linearità condivise e che pertanto, in tale forma, non si ritiene accettabile.

Da parte sindacale è stato ribadito che la proposta presentata è attendibile e allineata agli orientamenti sul tema delineati dalle Sezioni regionali della Corte dei Conti e soprattutto equa ed adottata già in altri regolamenti di importanti Enti Pubblici.

Prendendo atto del permanere delle divergenze sull’ambito oggettivo, è stato deciso di procedere con gli altri argomenti e di tornare sul punto successivamente.

Si è passati quindi ad esaminare l’ambito soggettivo di applicazione, la Banca ha illustrato le varie fasi del processo incentivabile (programmazione delle iniziative, verifica e validazione dei progetti di lavori, esecuzione dei contratti), identificando ruoli, unità e soggetti che internamente le assicurano.

La presentazione ha riguardato la procedura interna adottata per le iniziative inserite nel programma triennale dei lavori pubblici e nel programma biennale dei beni e dei servizi.

La riunione è da considerarsi interlocutoria e nel prossimo incontro previsto per il giorno 3 maggio continuerà il confronto sull’ambito oggettivo.

Roma, 13 aprile 2022

La Segreteria Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *