CONCORSI INTERNI – Scorrimento graduatorie e profilo giuridico Expert

Si trasmette la risposta della Banca a due nostre lettere concernenti lo scorrimento delle graduatorie per i concorsi interni (LEGGI) e la mancata previsione del profilo giuridico relativamente ai concorsi interni per Expert, per l’anno 2021 (LEGGI).

Dalla risposta della Banca (LEGGI) si possono trarre alcune conclusioni.

Con riferimento all’ampliamento dei posti messi a disposizione per i concorsi interni per Expert, si afferma che “l’urgenza di assicurare una risposta in tempi brevi ai fabbisogni di personale più pressanti ha suggerito di adottare in via straordinaria un’integrazione dei piani di avanzamento approvati per gli anni 2020 e 2021, con specifico riferimento al passaggio al segmento di Esperto riservato al personale dell’Area Operativa”, e che “lo scorrimento delle graduatorie ha consentito di rispondere in via immediata a queste esigenze, rendendo possibile l’utilizzo degli idonei in tempi brevi”.

Questi ci paiono già ottimi motivi per recepire quanto da tempo la Fisac CGIL chiede (anche in sede di confronti sulle Carriere): aumentare il peso dell’alimentazione dell’Area manager per vie interne, prevedendo per i concorsi a Expert e a Consigliere un cospicuo ampliamento dei posti messi a disposizione e lo scorrimento delle graduatorie degli idonei (analogamente a quanto previsto per il concorso a Coadiutore).

Con riferimento alla questione dell’assenza del profilo giuridico nei concorsi interni a Expert, rimaniamo perplessi sulle motivazioni fornite: sembra infatti che, nel tentare di addurre una qualche giustificazione in merito, la Banca abbia avuto qualche difficoltà…e abbia finito per incartarsi… Si dichiara, infatti, che  la decisione non ha come presupposto alcuna valutazione su conoscenze e competenze dei possibili candidati che, come sottolineato da codesto Sindacato, sarebbe meramente aprioristica, ma solo l’esperienza acquisita nel corso delle edizioni precedenti, che ha visto una progressiva diminuzione di candidati idonei che non ha consentito di coprire i posti messi a concorso”.  Ma la frase dopo la congiunzione avversativa non esprime la medesima valutazione aprioristica che si vorrebbe negare nella prima parte della frase?

Sembrerebbe invece consolante, per i colleghi interessati, l’affermazione per cui “una nuova valutazione dei fabbisogni interni e delle connesse esigenze in termini di profili professionali (incluso ovviamente il profilo giuridico) verrà condotta in vista del ciclo di pianificazione degli avanzamenti per il 2022”: ma anche con questa non si ammette forse che, come da noi sottolineato, il profilo giuridico è “naturalmente” – e non eccezionalmente – uno di quelli sempre necessari alla Banca?

Insomma, non avendo riscontrato argomentazioni valide, crediamo che, poiché il bando interno per Expert non è ancora stato emanato, ci siano ancora i margini per sistemare la situazione.

Roma, 2 settembre 2021

La Segreteria Nazionale

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *