Incontro incentivo RUP/DEC del 3 maggio 2022

L’incontro è stato incentrato sugli aspetti correlati all’ambito soggettivo di applicazione del regolamento.

La riunione si aperta con la presentazione dell’esito di un approfondimento richiesto nella precedente riunione da parte delle OO.SS., in merito alla identificazione di Unità di Banca che ordinariamente prestano attività di supporto ai RUP, pur non facendo parte del Servizio Appalti che lo fa per mission. Nello specifico sono state identificate due Unità che rientreranno a pieno titolo nella ripartizione degli incentivi secondo le procedure di ripartizione che saranno discusse nei prossimi incontri.

Successivamente si è affrontato, nell’ambito soggettivo del regolamento, la spinosa tematica del riconoscimento degli incentivi ai Dirigenti.

Il decreto infatti esclude i Dirigenti pubblici dal riconoscimento degli incentivi.

È noto che il Legislatore, nell’assumere tale orientamento, ha preso a riferimento il modello stipendiale del pubblico impiego che per quanto riguarda i Dirigenti ha carattere “onnicomprensivo” e che quindi ricompensa in toto tutti gli oneri che derivano dalla posizione ricoperta compresi quelli derivanti dall’assunzione di incarichi nell’ambito dei lavori pubblici (RUP, DEC).

La situazione in Banca è diversa.

Lo stipendio dei Dirigenti non risponde alla logica della onnicomprensività, ma prevede una base alla quale aggiungere istituti incentivanti e di riconoscimento delle funzioni ricoperte.

Pertanto secondo la Delegazione aziendale è possibile:

  • inserire i Dirigenti che ricoprono ruoli incentivabili nell’attuazione del regolamento a partire da Vice Capo Divisione, Capo Divisione, Dirigenti in Staff.
  • escludere i gradi “apicali” quali Vice Capo Servizio, Capo Servizio, Capo e Vice Capo Dipartimento in quanto già destinatari di stipendi e riconoscimenti rilevanti.

Tale posizione ha riscosso apprezzamento generalizzato da parte di tutte le Delegazioni sindacali.

La Fisac CGIL auspica che questa coraggiosa “apertura” possa portare al raggiungimento di un proficuo accordo anche su tematiche che al momento vedono una certa distanza fra le parti.

L’incontro si è concluso con alcune anticipazioni sugli argomenti che si affronteranno nel prossimo appuntamento, fissato al 24 maggio p.v..

Roma, 4 maggio 2022

La Segreteria Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *