Una vita per gli altri

Emergenza

È la parola con cui da tanti mesi ci stiamo confrontando.

E in questo lungo momento, perciò, abbiamo imparato, anche nel nostro mondo civile, quanto sia dura fronteggiare le difficoltà, le restrizioni, la malattia e la morte, lo sgomento e il dolore.

C’è voluta una pandemia, qualcosa che nessuno di noi si sarebbe mai aspettato, per provare tutto questo sulla nostra pelle.

Adesso, forse, possiamo capire qualcosa che altrove, invece, è sempre stato all’ordine del giorno e che solo qualcuno con grande sensibilità, senso civico e capacità di impegno concreto ha potuto cogliere e affrontare, nel corso di tutta la sua vita.

Gino Strada ci ha lasciati, il 13 agosto, donandoci un’eredità di umanità incommensurabile, che si riassume in una sola parola:

Emergency

Che è impegno civile, aiuto, partecipazione, empatia, sostegno, comprensione, lotta, presenza, umanità, coscienza, coraggio e così tanto altro da non poter stare se non dentro quest’unica parola e nel ricordo di questo grande uomo.

Difficilmente qualcuno riesce a segnare così profondamente la vita di così tante persone.

Gino Strada ci è riuscito e di questo percorso, segnato e non più cancellabile, gli saremo sempre grati.

Ciao Gino, grazie.

Roma, 17 agosto 2021

La Segreteria Nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *